BOTTEGA STORICA NEL CUORE DI MILANO

L’Azienda Villa Nardo è un punto di riferimento in tutta Milano per quello che riguarda la produzione di cerniere lampo e zip, forte di un’esperienza di quasi 80 anni e di una specializzazione unica. Lavorazioni artigianali su misura di cerniere in metallo e plastica, adatte per l’abbigliamento, per le calzature, le pelletterie e le tende da campeggio. Professionalità e attenzione ai particolari sono i cardini del lavoro della Ditta Villa Nardo. Aperti al pubblico in Via Durini 24 dal lunedì al venerdì.

Lavorazioni conto terzi

Villa Nardo realizza cerniere di eccellente fattura

Sostituzione zip

Riparazioni di zip su misura e di alta qualità

Forniture per pelletterie

Villa Nardo mette a disposizione i suoi lavori alle pelletterie

Consulenza tecnica

Villa Nardo mette a disposizione i suoi lavori alle pelletterie

Per contattare Villa Nardo

Per richiedere informazioni a Villa Nardo è sufficiente compilare il form dalla sezione dedicata del portale, oppure venire direttamente in negozio: dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 in Via Durini 24. Per richieste telefoniche chiamate lo 02 76004109 oppure lo 02798228

I MARCHI TRATTATI

F.A.Q.

Cos’è la cerniera lampo

Le chiusure lampo, o zip, sono composte da due parti (fettucce) di stoffa, alle quali sono attaccate delle piccole catene dentate generalmente in plastica, metallo o nylon che, all’atto della chiusura tramite il cursore, si incastrano perfettamente gli uni negli altri. Sono poi presenti due fermi di sicurezza che impediscono al cursore di uscire dalla sua sede anche quando si procede ad un’apertura o a una chiusura della cerniera lampo.

Un pò di storia

L’antenato della Zip Lampo come la conosciamo ai giorni nostri fu creata nel 1851, ma iniziò ad essere utilizzata dall’industria della moda e dell’abbigliamento solo dai primi anni ’30. Inizialmente c’era la tendenza a nascondere le chiusure lampo sotto lembi di tessuto per evitare che si notassero, ma anche grazie alla stilista italiana Elena Schiaparelli, la zip divenne via via un complemento distintivo degli abiti.

Tipologie di chiusure lampo
  • Zip Lampo a spirale: è formata da due spirali di nylon applicate a due nastri tessili, le cui spire presentano una piccola deformazione (di forma complementare, in modo da restare agganciate, una volta compenetrate). Sono le lampo che meglio si adattano a qualsiasi utilizzo, dall’abito da sera all’abbigliamento sportivo.
  • Zip Lampo in metallo: sono le prime storicamente prodotte; i denti in lega di ottone od alluminio sono ottenuti per tranciatura e quindi ammorsati sui nastri tessili di supporto. Hanno una scorrevolezza inferiore, ma una durata e una resistenza generalmente superiori.
  • Zip Lampo in plastica: i denti sono pressofusi sui nastri tessili di supporto. Caratteristiche dell’abbigliamento sportivo ed invernale in particolare.
Misure standard

Le lampo vengono prodotte in molte misure; lo standard è il seguente:

  • piccola = parte centrale 3 mm / 4,2 mm,
  • media = parte centrale 5,8 mm / 6,4 mm
  • grande = parte centrale 8 mm
  • maxi = parte centrale oltre 10 mm
Manutenzione di zip e cerniere lampo

Per ovviare allo scorrimento difficoltoso di chiusure lampo nuove (soprattutto quelle metalliche) consigliamo di strofinare un po’ di cera di candela sui denti, oppure ungere l’interno del cursore con una piccolissima quantità di grasso al silicone.

Nel caso la cerniera rimanga aperta dopo il passaggio del cursore, retrocederlo con precauzione al punto iniziale, quindi schiacciarne leggermente la base (la radice del percorso ad Y) con una pinza a becco e ritentare la chiusura.

Durante il lavaggio consigliamo di chiudere la cerniera per evitare che si deformi rendendo poi difficoltosa la chiusura.

Cos’è la cerniera lampo

Le chiusure lampo, o zip, sono composte da due parti (fettucce) di stoffa, alle quali sono attaccate delle piccole catene dentate generalmente in plastica, metallo o nylon che, all’atto della chiusura tramite il cursore, si incastrano perfettamente gli uni negli altri. Sono poi presenti due fermi di sicurezza che impediscono al cursore di uscire dalla sua sede anche quando si procede ad un’apertura o a una chiusura della cerniera lampo.

Un pò di storia

L’antenato della Zip Lampo come la conosciamo ai giorni nostri fu creata nel 1851, ma iniziò ad essere utilizzata dall’industria della moda e dell’abbigliamento solo dai primi anni ’30. Inizialmente c’era la tendenza a nascondere le chiusure lampo sotto lembi di tessuto per evitare che si notassero, ma anche grazie alla stilista italiana Elena Schiaparelli, la zip divenne via via un complemento distintivo degli abiti.

Tipologie di chiusure lampo
  • Zip Lampo a spirale: è formata da due spirali di nylon applicate a due nastri tessili, le cui spire presentano una piccola deformazione (di forma complementare, in modo da restare agganciate, una volta compenetrate). Sono le lampo che meglio si adattano a qualsiasi utilizzo, dall’abito da sera all’abbigliamento sportivo.
  • Zip Lampo in metallo: sono le prime storicamente prodotte; i denti in lega di ottone od alluminio sono ottenuti per tranciatura e quindi ammorsati sui nastri tessili di supporto. Hanno una scorrevolezza inferiore, ma una durata e una resistenza generalmente superiori.
  • Zip Lampo in plastica: i denti sono pressofusi sui nastri tessili di supporto. Caratteristiche dell’abbigliamento sportivo ed invernale in particolare.
Misure standard

Le lampo vengono prodotte in molte misure; lo standard è il seguente:

  • piccola = parte centrale 3 mm / 4,2 mm,
  • media = parte centrale 5,8 mm / 6,4 mm
  • grande = parte centrale 8 mm
  • maxi = parte centrale oltre 10 mm
Manutenzione di zip e cerniere lampo

Per ovviare allo scorrimento difficoltoso di chiusure lampo nuove (soprattutto quelle metalliche) consigliamo di strofinare un po’ di cera di candela sui denti, oppure ungere l’interno del cursore con una piccolissima quantità di grasso al silicone.

Nel caso la cerniera rimanga aperta dopo il passaggio del cursore, retrocederlo con precauzione al punto iniziale, quindi schiacciarne leggermente la base (la radice del percorso ad Y) con una pinza a becco e ritentare la chiusura.

Durante il lavaggio consigliamo di chiudere la cerniera per evitare che si deformi rendendo poi difficoltosa la chiusura.

Menu