Come nasce la cerniera lampo

Blog

Due pezzi di stoffa con una dentatura metallica alle estremità, uniti a incastro da un cursore scorrevole che ne determina la chiusura: oggi sembra normale pensare a giubbotti, pantaloni, borse e zaini chiusi da una cerniera lampo, eppure l’invenzione della zip è relativamente recente e risale al 1851. In quest’anno, infatti, viene sviluppato da Elias Howe il prototipo di una chiusura automatica per abbigliamento costituita da una serie di gancetti tenuti insieme da un cordoncino, in grado di chiudersi e aprirsi scorrendo su una dentatura metallica.

 

Dal prototipo alla messa a punto finale

 

Il dispositivo creato da Elias Howe viene perfezionato qualche decennio dopo, nel 1893, dall’inventore e ingegnere americano Whitcomb L. Judson, il quale presenta alla Fiera Colombiana di Chicago il suo esemplare di cerniera lampo, destinato alla chiusura di stivali, scarpe e scarponi. Per produrre su larga scala il suo dispositivo, l’anno successivo Judson fonda l’azienda Universal Fastener Company: tuttavia, a causa di diversi malfunzionamenti, anche questo prototipo non risulta essere quello definitivo.

 

L’avvento della cerniera lampo moderna

 

Il brevetto finale della cerniera lampo arriva nel 1913 ad opera di Gideon Sundbäck, ingegnere svedese già attivo nella fabbrica di JudsonSundbäckperfeziona il dispositivo strutturandolo nella sua forma odierna, destinandolo inizialmente alla chiusura delle tabacchiere e dei piccoli taschini e producendolo poi su larga scala per la chiusura delle tasche delle uniformi militari.

Da questo momento, complice anche il vasto utilizzo da parte dell’esercito statunitense, la cerniera lampo diventa una delle chiusure più utilizzate e viene spesso preferita alle classiche chiusure con bottoni e alamari.

 

La nascita del termine zip e l’impiego della chiusura lampo fino a oggi

 

Il termine zip compare per la prima volta nel 1923, anno in cui la fabbrica di pneumatici BFGoodrich Company crea gli Zipper Boot, stivali in gomma dotati di chiusura con cerniera lampo.

L’applicazione della zip a galosce, stivali e stivaletti è in uso tuttora nelle principali fabbriche di calzature nazionali e internazionali. Non di rado, infatti, è possibile acquistare stivali, anfibi e stivaletti lisci o con stringhe dotati di chiusura laterale con cerniera, decisamente più comoda e versatile.

Anche nel campo dell’abbigliamento e degli accessori come borse, portafogli, borsellini, zaini, trolley e custodie, l’impiego della zip è ormai di uso comune: la cerniera lampo, così discreta e semplice da usare, è nella maggior parte dei casi una scelta vincente.

Articolo precedente
Materiali innovativi per la cerniera: oltre il metallo!
Articolo successivo
I 50 anni della zip in Italia
Menu